Vivere a Londra

Vivere a Londra: trovare lavoro

Vi ho già (spero) chiarito le idee su come prepararsi alla partenza per Londra e su come trovare casa. In questo articolo vi spiego come cercare lavoro ma soprattutto cosa fare prima di cercarlo: farsi rilasciare il NIN (National Insurence Number) e aprire un bank account.

National Insurence Number

Il NIN non è altro che una sorta di codice fiscale che vi permette di poter lavorare in regola e pagare le tasse. Dando un’occhiata in rete prima di partire, avevo trovato molti articoli che spiegavano quanto fosse difficile ottenerlo senza prima avere un lavoro. Non so se sono solo chiacchiere o se sono stata fortunata, ma io non ho avuto alcun tipo di problema!

Come richiedere il NIN

Prendete appuntamento per la Evidence of Identity” interview, che non è altro che un colloquio in cui vi sarà chiesto perchè avete bisogno del NIN (I’m looking for a job!) e perchè vi siete trasferite in UK. Chiamate il JobcentrePlus al numero 0845 6000643 (dalle 08:00 alle 18:00, tutti i giorni dal lunedì al venerdì): vi comunicheranno posto e ora del colloquio e vi confermeranno quali documenti portare (se mi ricordo bene, avrete bisogno di un documento di identità, un curriculum e una proof of address, ovvero una prova di residenza).

La richiesta del NIN è assolutamente gratuita, non vi fidate delle agenzie che vi fanno pagare per ottenerlo e non vi fidate soprattutto di chi dice di potervelo far avere prima dell’arrivo in UK.

Bank Account

Ovviamente fondamentale se volete lo stipendio, è l’apertura di un conto corrente. A differenza dell’Italia, tutte le banche offrono conti completamente gratuiti! Non è indispensabile avere uno stipendio al momento dell’apertura, io ho aperto il mio conto con Halifax prima di firmare il contratto di lavoro.

Entrate in banca, chiedete quali conti correnti offrono e scegliete quello più adatto alle vostre esigenze!

1397109_10200974204819166_1292706144_o
Oxford Street and Christmas lights. Nella via dello shopping più famosa, c’è sempre qualche negozio che ha bisogno di personale!

Trovare lavoro

Ora che avete i documenti per poter lavorare e avete aperto un conto in banca, siete finalmente pronti per cercare lavoro. Ma quanto ci metterete a trovarlo? Dedicate tutto il vostro tempo a questo scopo e in pochi giorni vedrete i risultati. Io ci ho messo 10 giorni, decine di curricula e 3 colloqui.

Suddividerei la ricerca in 3 punti: la stampa del CV, la compilazione di Application Forms online e non, e la richiesta di aiuto ai Job Centres.

Curriculum

Il CV formato europeo non è utilizzabile, buttate via quello che avete e createne uno modello inglese. Potete trovare degli esempi qui.

Inserite numero telefonico e indirizzo aggiornati, stampatene quanti più potete ed entrate in tutti i negozi/bar/ristoranti, anche in quelli che non espongono il cartello “Staff wanted”. Partite dalle zone vicino casa per poi arrivare mano a mano più lontano, oppure partite dal centro: a Camden Town e Oxford Street c’è sempre qualcuno che cerca personale!

Application forms

Sono delle domande di lavoro che trovate sui siti ufficiali delle grandi catene e sono richieste al posto del curriculum. Non fate la gaffe di entrare da H&M con il vostro CV in mano, non vi prenderanno minimamente in considerazione!

Ecco per voi alcuni spunti:

Catene di abbigliamento:Gruppo Calzedonia (Tezenis, Intimissimi, Falconeri), H&M, Inditex (Zara, Pull&Bear, Bershka, Stradivarius), Primark, Topshop, BenettonMonsoon e Accessorize.

Ristorazione: Starbucks, Caffè Nero, Costa Coffee, Nando’s, Subway, Pret a Manger, Eat, WasabiKFC.

Alcuni forms sono da compilare online, altri sono da stampare e portare a mano. Io ho trovato lavoro così, portando l’application form da Starbucks. Mi hanno chiamata il giorno dopo, ho fatto il colloquio e il pomeriggio ho fatto 2 ore di prova. Il giorno seguente è arrivata la telefonata dalla manager: “Good news. You’re hired!”.

Job Centres

A dire il vero io non mi sono rivolta a nessun Job Centre, ma tanta gente lo fa. I centri per l’impiego sono gratuiti, ma personalmente non li consiglio: non fanno molto più di quello che potreste fare da soli, ma potete assolutamente consultarli per dei piccoli tips per quanto riguarda colloqui di lavoro, impostazione del CV, ecc.

135202_4869547994797_1305118300_oAvete ottenuto il colloquio tanto sperato? Preparatevi a rispondere alle solite domande: “Quali sono i tuoi punti di forza? E quelli di debolezza?”, “Perchè dovremmo assumerti?”, “Raccontami un episodio in cui hai dimostrato di essere responsabile”, ecc. Spesso e volentieri vi faranno domande sulla compagnia per capire se vi interessa davvero lavorare per loro, non dimenticate di leggere la sezione About us che trovate sui siti ufficiali delle catene. Fate una ricerca sulle domande che potrebbero farvi ed esercitatevi a rispondere, durante i primi colloqui è facile che il nervosismo e la confusione giochino brutti scherzi!

Il mio primo colloquio l’ho avuto da Accessorize, poi ne ho ottenuto uno da H&M (continuavo a impappinarmi, sbagliavo i verbi ed era come se non avessi mai studiato inglese. Mi chiedo perchè non mi abbiano assunta!) ed infine l’ultima interview da Starbucks, dove ho lavorato per 7 mesi in un ambiente fantastico, in cui ho conosciuto persone da tutte le parti del mondo che tutt’ora porto nel cuore.

Ho poi lasciato l’Inghilterra per ritornare in Italia e finire l’Università. Ma chi lo sa, un giorno magari mi trasferirò di nuovo in questa città così viva e caotica in cui ho lasciato un pezzetto di me.

“Why, Sir, you find no man, at all intellectual, who is willing to leave London. No, Sir, when a man is tired of London, he is tired of life; for there is in London all that life can afford.”
— Samuel Johnson

4 thoughts on “Vivere a Londra: trovare lavoro

  1. Ho passato un periodo tempo che avrei molto voluto trasferirmi a Londra… ma non ero sicura.. voci di amici da lì dicevano che ormai ci sono tanti italiani e quindi c’è tanta “concorrenza”. Adesso rileggendo i tuoi articoli mi ritornando la voglia… 🙂

    Mi piace

    1. Sono contenta di aver sortito questo effetto! 😄 effettivamente di italiani ce ne sono tanti ma ci sono anche tanti posti di lavoro! Puoi anche provare con un’altra città inglese, se hai paura della troppa concorrenza! Esperienza consigliatissima, anche solo per pochi mesi come lo è stata la mia! 😊 a maggior ragione se hai amici là su cui puoi contare per i primi giorni!

      Liked by 1 persona

  2. Mi è piaciuto un sacco questo post. Ho intenzione di trasferirmi a Londra il prossimo anno e questo post mi è stato molto utile. Mi si sono chiarite le idee 🙂 Bel blog 🙂

    MelSerendipity

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...